Notizia pubblicata il 02/10/2023, letta 621 volte

TASCINI BUM BUM: LA CARICA DEI 101


Con la doppietta al Ghiviborgo, l’attaccante del Trestina ha festeggiato la tripla cifra in carriera: “A quota 10 tutti al Menchetti, capitan Gramaccia compreso. Di Carmine un mostro nell’attaccare la porta. Ciampelli uomo vero. E via al master in Finanza

Lunedì 2 ottobre 2023
di Nicola Agostini

La carica dei 101. Doppietta al Ghiviborgo e tripla in cifra in carriera per Alessandro Tascini con  le maglie di Nestor, Todi, Fermana, Campobasso, Sangiustese, Bastia, Vis Pesaro, Pro Sesto, Follonica Gavorrano, Pianese, Forlì e Trestina.
Prima vittoria in casa per i bianconeri e momentaneo primato in classifica marcatori per l’attaccante tuderte che, al Casini, sembra aver trovato davvero una seconda… casa. “Finalmente sto bene. Dopo l’intervento al tendine d’Achille – sottolinea Tascini – non riuscivo a riprendermi. Avevo sempre delle fitte alla gamba. Devo ringraziare Pierangelo che è stato il mio angelo custode e mi ha rimesso in sesto. Quando ho iniziato la preparazione senza dolori, mi sembrava un sogno”.
Zero allenamenti saltati per Tascini che vuole essere protagonista. “Qui c’è tutto per far bene. La società non ti fa mancare nulla. Sono stato anche in piazze più blasonate ma Trestina non ha nulla da invidiare. Anzi. E Ciampelli è un grande allenatore, una delle poche persone vere che ho incontrato nel mondo del calcio. A chi dedico questa tripla cifra? Alla mia compagna Arianna e alla mia famiglia che mi sono sempre stati vicini, soprattutto nei momenti complicati”.
Calcio e studio per il bomber classe 1992, laureato in Economia, pronto ad iniziare un master in Finanza. “É un mondo che mi piace e bisogna pensare anche al dopo calcio… Intanto ho una scommessa da vincere con Samuel Di Carmine. Devo segnare più di lui. Ragazzo eccezionale e attaccante fortissimo, sono rimasto impressionato da come attacca la porta. Non a caso ha fatto la carriera che ha fatto. Allenarsi con un attaccante come lui è stato un vero piacere. Io poi sono uno che ha sempre cercato di rubare con gli occhi da quelli bravi. A partire da Lorenzo Tarpani: amico, maestro e non solo...”.
Tripla cifra celebrata negli spogliatoi, a partire del capitano, Stefano Gramaccia. “Io ho promesso alla squadra che, se arriverò in doppia cifra, porterò tutti, capitano compreso, al Menchetti: aperitivo per festeggiare”.
Bastano 10 gol? “Basta che si salva il Trestina ma so che io dovrò dare il mio contributo e spero di continuare a farlo”.

Nella foto, by Manuali, l’esultanza di Alessandro Tascini