Notizia pubblicata il 13/08/2017, letta 1482 volte

FOLIGNO-VENTINELLA 1-0


Braccalenti al 19' decide la sfida. Ottima prova dei falchetti al cospetto della formazione di Del Bene molto rimaneggiata. Armillei: "Progressi costanti ma dobbiamo essere piĆ¹ cinici"

Sabato 12 agosto 2017
(si ringrazia Roberto Mattia per la collaborazione)

Il Foligno batte 1-0 il Ventinella dopo una prova convincente. I falchetti mascherano più che bene la categoria di differenza al cospetto di un avversario privo di Zucconi, Pirchi, Minelli, Mancini, Versiglioni e Montacci, con Passeri e Martini costretti ad uscire per infortunio nel primo tempo.
LA SFIDA – 24 secondi e il Foligno sfiora il vantaggio: fuga di Cavitolo a sinistra e pallone al centro, dove Braccalenti non riesce a impattare in maniera proficua. In avvio è un Falco rapido e deciso, forse più in palla degli avversari, che lamentavano anche alcune assenze. All’ 8’ ancora Cavitolo serve in maniera splendida Gjinaj sul filo del fuorigioco, ma il tiro da ottima posizione è debole e in bocca a Miccio. Vicini alla rete ancora i bianco-azzurri al 14’: gran tiro da fuori di Cavitolo che sibila di poco sopra l’incrocio. Alla fine l’1-0 arriva al 19’: lancio filtrante di Pagliarini per Cavitolo; cross al centro per Braccalenti che di testa in tuffo la tocca e spedisce alle spalle di Miccio.
È un Foligno che strappa applausi ai tifosi presenti al “Blasone”: i Falchi esibiscono belle manovre, palleggio pregevole e preciso e una fase di recupero della sfera deciso e cattivo. Al 30’ ancora un’occasione: ottimo lancio di Cavitolo in area per Gjinaj, che stoppa tra due avversari e cerca di piazzare il 2-0, ma Miccio è bravissimo a respingergli la conclusione a botta scura.
Bianco-azzurri arrembanti ancora con la coppia Cavitolo-Gjinaj al 34’: situazione di contropiede tre contro due, verticalizzazione del primo per il secondo, che vede il suo diagonale respinto però dal palo. Davvero sfortunato Gjinaj, alla terza chance per segnare. La quarta, ancora senza esito, arriva al 40’: traversone di Cascianelli dalla destra, zuccata dell’ex bomber della Ducato e ancora Miccio ci mette una pezza in angolo. La palla messa dentro dalla bandierina fa originare una mischia che Braccalenti tenta di risolvere in girata di sinistro, ma il portiere magionese è ancora attento.
Al 42’ continua la collezione di palle-gol sciupate dal Foligno: Cavitolo mette in area per Braccalenti, che stoppa di destro, se la porta sul mancino ma trova ancora Miccio a salvare; sull’angolo seguente Gjinaj la scodella al centro e Cascianelli di testa sembra poter raddoppiare, ma il palo – secondo momentaneo della serata degli uomini di Armillei - tiene a galla il Ventinella.
Nell’intervallo consegnata, come a Luciano Marini la scorsa settimana, una targa a un’altra colonna portante della storia del Foligno Calcio, il direttore sportivo Lanfranco Chinea. A premiarlo il consigliere Mariano Giorgetti insieme al dg Giuseppe Feliciotti. Per lo storico dirigente umbro una dedica speciale: “Grande maestro e uomo di calcio, sempre vicino alle sorti del Foligno Calcio; bandiera dei tifosi e della città intera; grazie per quanto ci hai dato”.
In avvio di ripresa Armillei cambia parecchio il volto alla squadra. Gara meno emozionante e intensa rispetto al primo tempo, ma Foligno comunque abbastanza ordinato e che non rischia praticamente mai, se non al 70’ con un tiro-cross proveniente dalla sinistra che dapprima appare innocuo ma che poi sbatte sulla parte alta della traversa. Risponde il Foligno 1’ dopo, con un’iniziativa di Iachettini dal fondo: il suo traversone colpisce anch’esso il legno sopra la testa di Vadi. Ancora un palo dei bianco-azzurri al 73’: gran passaggio smarcante di Gjinaj per Giabbecucci che prova a mettere in mezzo, ma la sfera rimbalza sul montante. Toma poi al 75’ ha la grande palla del raddoppio: servito in area ha lo spazio giusto per scagliare il destro, ma il riflesso di Vadi è eccellente. Termina così 1-0, con un Foligno che ha strappato applausi ai suoi tifosi e che spera di poter continuare in questa maniera.

FOLIGNO-VENTINELLA 1-0
FOLIGNO: Roani (1’ st Stoppini), Ziarelli (1’ st Federiconi, 35’ st Porcu), Pagliarini (1’ st Bocciolini), Salvucci (23’ st Giabbecucci), Petterini (1’ st Baldoni), Acciarresi (1’ st Bucciarelli), Gjinaj (1’ st Iachettini), Agostini (1’ st Gentili), Braccalenti (23’ st Gjinaj), Cavitolo (1’ st Toma), Cascianelli (1’ st Riommi). All.: Armillei. 
VENTINELLA: Miccio (1’ st Vadi), M. Bagnetti, Cherubini (23’ st Parretti), Crocetti (29’ st Alunni Pini), Borriello (1’ st Petti), Brunori (32’ st Patucca), G. Bagnetti (29’ st Vagnetti), Gazzani, Passeri (31’ pt Cheurfi), Martini (35’ pt Cecchini), Lancetti (35’ st Francia).  All.: Del Bene. 
ARBITRO: Batini di Foligno. 
MARCATORI: 19’ pt Braccalenti.

Di seguito le dichiarazioni dell’ allenatore del Foligno Calcio Antonio Armillei:
«Ho avuto indicazioni positive. Nel primo tempo siamo andati decisamente meglio rispetto all’amichevole con il Massa Martana, soprattutto dal punto di vista tattico: la squadra si è mossa bene in fase difensiva e ancora meglio nelle ripartenze e in fase avanzata. Stiamo provando vari moduli e sono contento. Dobbiamo essere bravi a saper cambiare atteggiamento tattico in base agli avversari. Nella ripresa potevamo essere ancora più compatti. L’unico neo è che dovevamo essere più cinici: abbiamo creato tantissime occasioni e sbagliato molto. Bene il fatto che siamo arrivati davanti la loro porta parecchie volte».