Questa notizia è stata letta 636 volte

SERIE D GIRONE E: I TABELLINI DI DOMENICA 9 MAGGIO 2021

Share/Bookmark

Martinelli e Gistri regalano la vetta solitaria al Montevarchi. Arras, Zini e Lepri stendono il Trastevere e lanciano la Pianese. Il Trestina batte il Siena con capitan Gramaccia. Al Tiferno non basta Traini, il Gavorrano si rilancia con un poker

SERIE D GIRONE E - I TABELLINI DELLA 28° GIORNATA

Trestina-Siena 1-0
TRESTINA (4-3-3): Mazzoni 7; Convito 6 (26’ st Maggioli 6), Fumanti 6,5, Della Spoletina 6,5, Caruso 6; Xhafa 6,5 (47’ st Mariucci sv), Gori 5, Gramaccia 7; Khribech 6 (28’ st Belli 6), Essoussi 6 (26’ st Benedetti sv), Sylla 6,5. A disp.: Migni, Palla, Kajmaku, Cesarini, Gabellini. All.: Bonura
SIENA (4-4-2): Narduzzo 6; De Angelis 6, Carminati sv (22’ pt Guarino 6), Terigi 6,5, Farcas 6; Padulano 6 (15’ st Haruna 5,5), De Falco 6 (26’ st Schiavon 6), D’Iglio 5,5, Bani 6 (1’ st Gibilterra 6); Guidone 6 (26’ st Orlando 5,5), Mignani 5,5. A disp.: Gragnoli, Ruggeri, Ilari, Pavlak. All.: Gilardino (squalificato).
ARBITRO: Burlando di Genova (Merciari di Rimini e Tagliaferri di Faenza).
MARCATORE: 37’ pt Gramaccia.
NOTE: espulso al 15’ st Gori (T) per somma di ammonizioni. Ammoniti: De Falco, Farcas, Orlando (S). Recupero: pt 3’, st 5’.

di Nicola Agostini
Il Trestina scrive una delle pagine più belle della sua storia battendo 1-0 il Siena, blindando così il terzo posto con 4 punti di vantaggio proprio sulla formazione di Gilardino. Gol firmato dal capitano, Stefano Gramaccia, proprio nel giorno della festa della mamma. Un Trestina che, senza gli squalificati Lignani e Cenerini, scende in campo con un 4-3-3. Il Siena, privo di Guberti, Forte, Sare e Martina e senza Gilardino squalificato, risponde con un 4-4-2.
Il Trestina parte forte e il suggerimento di Sylla dopo appena 4 minuti per poco non trova la testa di Khribech. Cinque minuti e Essoussi ha sui piedi la palla del vantaggio ma la spreca calciando alto. Cambio forzato in casa Siena al 22’ con Carminati infortunato costretto a lasciare il campo a Guarino. I toscani si affacciano dalle parti di Mazzoni solo al minuto 28’ ma l’incornata di Guidone, sul suggerimento di Padulano, è troppo debole per impensierire Mazzoni. Il gol lo trova invece il Trestina al minuto 31 con il classe 2002 Xhafa sulla torre di Essoussi imbeccato da Khribech ma si alza la bandierina dell’assistente Tagliaferri e l’arbitro Burlando annulla. Sei minuti dopo però la stoccata vincente da due passi la trova capitan Gramaccia. Pennellata mancina del solito Khribech, Della Spoletina anticipa tutti di testa, la palla carambola addosso a Gramaccia e finisce in rete. Gol numero 90 in carriera per il capitano, tutto per mamma Concetta. Prima dell’intervallo Della Spoletina ci prova ancora, sempre di testa. Nella ripresa Gilardino inserisce subito Gibilterra per D’Iglio, con Bani da interno di centrocampo. E la gara sembra mettersi bene per il Siena perché al 60’ Gori perde palla in uscita e mette giù Guidone rimediando il secondo giallo.
Sul susseguente calcio di punizione è la traversa a dire no a De Falco. Bonura non rinuncia agli attaccanti: avanti con il 4-2-3 fino alla fine. Gilardino si affida ad Haruna, Orlando e Schiavon. E proprio sul sinistro di Schiavon al minuto 79, Mazzoni spiega a tutti perché è probabilmente il portiere più forte del campionato. Quando poi l’altro neo entrato, Orlando, conclude così, al Casini iniziano a scorrere i titoli di coda. Cinque minuti e mezzo di recupero poi a Trestina si può aggiornare il libro con quella che forse è la pagina più bella della storia bianconera in serie D. Almeno finora...

Cannara-Grassina 1-1
CANNARA (4-2-3-1): Lori 6.5; Dedja 6 (29' st Orazzo 7.5), Cerboni 6.5, Moracci 6.5, Frustini 6 (20' Massa 6); De Sanctis 6.5, Mattia 7; Fofana 7, Bagnolo 6.5, Bazzoffia 6.5; Ubaldi 6. A disp.: Cocchini, Chiacchierini, Ravanelli, Brunetti, Corrado, Porzi, Faraghini. All.: Alessandria
GRASSINA (4-3-3): Mataloni 6.5; Matteo 4.5, Villagatti 6, Salvadori 6, Gianneschi 6 (45' Del Lungo 6); Torrini 6.5, Zagaglioni 4.5, Nuti 6.5; Calosi 6.5 (18' st Sottili 5.5), Marzierli 5, Bellini 6.5 (17' st Favilli 6). A disp.: Cecchi, Benvenuti, Rosi, Cavaciocchi, Marino, Diarrasouba. All.: Innocenti
ARBITRO: Poto di Mestre 5,5 (Roncari di Vicenza e Milillo di Udine).
MARCATORI: 15’ pt Bellini (G), 49’ st Orazzo (CA).
NOTE: Espulsi per somma di ammonizioni Matteo (G) al 17’ st e Zagaglioni (G) al 39’ st. Ammoniti Bagnolo, Moracci (CA), Villagatti (G).

Il Cannara conquista al 94’ un pari che vale la salvezza e lascia tanto amaro in bocca ad un Grassina che nel finale dà vita anche ad un parapiglia al rientro negli spogliatoi. Alessandria deve rinunciare a Lira Ferreira e Bei per squalifica ed opta per la difesa a 4.Il primo vero squillo è del Cannara, quando Fofana colpisce di testa e la conclusione manca di poco la trasversale, ma a passare in vantaggio sono gli ospiti, con Bellini che pescato da un pallone col contagiri di Zagaglioni incrocia e batte Lori.
I rossoblù ci provano più volte ma non riescono a trovare il pari e chiudono il primo tempo in avanti, ma anche stavolta Fofana, il migliore dei suoi nei primi 45’, scheggia la traversa dopo una bella progressione dalla fascia destra a 5’ dalla fine.
Riaperte le ostilità, la prima azione pericolosa dei ragazzi di Alessandria è al 12’, con Ubaldi che lanciato da Moracci manca lo specchio della porta, ma al 17’ avviene l’episodio che cambia la partita: Zagaglioni si fa ammonire per la seconda volta e viene allontanato dal rettangolo di gioco, sorte che toccherà poi anche al numero due Lorenzo Matteo 20’ dopo, con i rossoverdi costretti a difendere in nove il vantaggio di uno a zero. Al 45’ Massa, entrato nel corso della ripresa, prova ad impattare sul corner battuto rasoterra ma trova Mataloni, 5’ dopo una punizione di Moracci viene deviata in corner dalla difesa ospite: il Cannara prende quindi l’ultimo treno ed agguanta il pari con Savino Orazzo, che con la testa svetta in mezzo a tutti e sigla il gol del pari.Sul gol del classe ‘2002 arriva il triplice fischio, non senza qualche momento di tensione tra entrambe le formazioni.

Lornano Badesse-Tiferno 2-1
LORNANO BADESSE: Lombardini, Corsi, Cecconi, Guitto, Ghinassi, Manganelli, Marianeschi (84’ Di Blasio), Chiti, Guidelli, Rinaldini (53’ Riccobono), Sorrentino (81’ Ortolini). A disp.: Conti, Neri, Amato, Gargano, Magnano, Discepolo. All.: Rigucci
TIFERNO: Aluigi, Catarchini, Bartoccini (87’ Di Cato), Mariucci, Gorini (82’ Donati), Sensi, Petricci (54’ Bruschi), Massai, Orlandi (57’ Traini), Peluso, Alagia. A disp.: Vaccarecci, Torcolacci, Belloni, Sbardella, Mercuri. All.: Nofri Onofri
ARBITRO: Poli di Verona, coad. da Tasciotti di Latina e Dattilo di Roma.
RETI : 43’ Ghinassi, 69’ Guidelli, 95’ Traini.
NOTE: Ammoniti Guidelli, Corsi, Lombardini, Di Blasio, Catacchini. Angoli 6-7. Recupero 1’+5’

Torna alla vittoria il Lornano Badesse contro gli umbri di Città di Castello e lo fa dopo tre mesi esatti; l’ultima vittoria risaliva al lontano 7 Febbraio e da allora, covid permettendo, solo qualche pareggio. Vittoria fondamentale contro una formazione che sta disputando un buon campionato e fin dalle prime battute si è visto che non sarebbe stata un partita facile. Molto tatticismo da entrambe le panchine ma il gioco, pur bloccato, non ne ha risentito, sono mancate solo le occasioni da rete. Dopo un inizio scoppiettante della formazione ospite con il solito Peluso tra i più attivi, rispondeva la squadra di casa con le incursioni di Sorrentino e Rinaldini che procuravano allarmi alla difesa degli umbri ma non riuscivano mai ad andare alla conclusione.
La partita si sblocca sul finire del primo tempo quando Ghinassi, sfruttando al meglio un calcio piazzato di Guitto, saltava più alto di tutti e di testa metteva la palla in rete. Sulle ali dell’entusiasmo al 45’pt ci prova Marianeschi con un gran tiro dalla distanza ma la palla sorvola la traversa. La ripresa è più viva ed emozionante perché entrambe le formazioni cercano con insistenza la via della rete: al 6’st è Sorrentino che ci prova ma scivola al momento del tiro poi un minuto dopo sono gli ospiti con Peluso che dal limite dell’area non inquadra lo specchio della porta. Al minuto 13 ci poteva essere la svolta della gara quando Riccobono, in contropiede, entra in area ma viene spintonato da Catacchini al momento di calciare a rete: l’arbitro assegna il rigore che Sorrentino si fa parare da Aluigi. Oggi i ragazzi di Rigucci volevano far vedere qualcosa in più rispetto alle altre gare ed infatti al 24’st si portavano sul doppio vantaggio: Sorrentino si involava in contropiede sulla fascia destra ed appena entrato in area, sull’uscita del portiere, porgeva la palla a Guidelli che spingeva in rete con un tocco sotto misura. Sul doppio vantaggio si aprivano praterie nella difesa del Tiferno Lerchi con Riccobono e Di Blasio pronti a portare insidie e con la difesa avversaria che si è sempre salvata miracolosamente. La formazione ospite tenta il tutto per tutto nel cercare di recuperare con Peluso tra i più attivi che va due volte alla conclusione nel volgere di pochi minuti trovando, la seconda volta, un Lombardini superlativo che sventa con un grande intervento un colpo di testa ravvicinato. Nell’ultimo dei 5 minuti di recupero il Tiferno Lerchi trova la rete della bandiera con un colpo di testa di Traini. Vittoria importante e meritata per la squadra di casa che con i punti odierni acquisisce sicurezza nei propri mezzi ed è un importante risultato in vista del recupero infrasettimanale quando in biancocelesti saranno di scena a Gavorrano.

Scandicci-Foligno 3-0
SCANDICCI (4-3-1-2): Iacoponi, Meucci 78’ Sinisgallo), Francalanci,  Zaccagnini, Viola, Diana, Kernezo (75’ Ferretti), Tacconi, Marini (84’ Rozzi), Mazzolli (84’ Di Benedetto), Mugelli (65’ Borgarello); a disp.:  Timperanza, Ficini, Lastrucci, Rizzi, Imbrenda; All.: Davitti.
FOLIGNO (4-3-2-1) Meniconi (46’ Marricchi), Colarieti, Dita (84’ Labonia), Sanseverino (46’ Buono), Aldrovandi, Nuti, Settimi, Fondi, Cesario, Ferri (46’ Finetti), Quatrana (46’ Broso); a disp.: Marricchi, Padovani, Dell’Orso, Scarpini, Giabbecucci; All.: Vicarelli.
ARBITRO: Sig. Frasynyak di Gallarate coad. dal Sig. Annoni di Como e dal Sig. Vora di Como.
MARCATORI: 3’ Mugelli, 50’ Meucci, 82’ Ferretti.
NOTE: Recupero: 1’+5’. Ammoniti: Aldrovandi, Mazzolli, Fondi, Tacconi, il tecnico Vicarelli, Nuti. Angoli: 5-2.

Grande vittoria per lo Scandicci alla ripresa del campionato, nella prima delle sette finali per l'obiettivo salvezza. I Blues di Davitti al Bozzi battono 3-0 il Foligno, comandando dall'inizio alla fine e centrando tre punti importanti nello scontro diretto. Pronti via e Kernezo manda a lato di poco, al 3' invece lo stesso Kernezo mette una gran palla al centro da sinistra e trova il taglio di Mugelli, che in spaccata infila il portiere. 1-0 e gara ben incanalata per i Blues, con Francalanci che a metà tempo colpisce anche una traversa su corner di Mazzolli. Ad inizio ripresa lo Scandicci continua a condurre e raddoppia al 5', con Meucci che è lesto a ribadire in rete su corner di Mazzolli. Nella parte finale di gara i Blues gestiscono senza troppi affanni e al 37' fanno tris con Ferretti, che sfrutta una grande percussione centrale di Marini e batte il portiere in tap in.

Aquila Montevarchi-Sinalunghese 2-1
AQUILA MONTEVARCHI: Giusti A., Achy, Martinelli (83° Cavallini), Amatucci (69° Gistri), Frugoli, Biagi, Cela, Tozzuolo, Lischi, Jallow, Donati (60° Borghesi). A disp.: Marziano, Bruschi, Mulas, Calosci T., Iroanya, Senzamici. All.: Malotti Roberto
SINALUNGHESE: Marini, Meoni (41° Papa), Tenti (72° Cecci), Fanetti (92° Bartolini), Pietrobattista, Corsetti, Redi, Minocci, Doka B. (74° Vasseur), Sciacca (55° Pierangioli), Mangiaratti. A disp.: Tizzone, Cerofolini, Trombesi, Bucaletti. All.: Marmorini Simone
ARBITRO: Riccardo Fichera di Milano
RETI: 5° Redi, 53° Martinelli, 77° Gistri
NOTE: Espulso Cela per doppia ammonizione. Ammoniti Martinelli, Amatucci, Minocci, Doka B..

Follonica Gavorrano-Flaminia 4-3
FOLLONICA GAVORRANO (3-4-1-2): Ombra, Ampollini, Dierna, Bruni; Valerio, Berardi, Lo Sicco, Grifoni (82’ Papini); Lombardi (50’ Apolloni); Mencagli (77’ Tascini), Vai (50’ Tomassini). A disp.: Trombini, Battistoni, Papini, Farini, Zini, Staiano. All.: Cacitti.
FLAMINIA (3-5-2): Nocco, Massaccesi, Lazzarini (86’ Fondi), Gasperini; Pagliaroli (61’ Fè), Guadalupi, Traditi (73’ Manoni), Barduani Proietti (61’ Carpenti), Guadalupi, Sirbu; Sciamanna, Ingretolli (61’ Cruz Da Silvera). A disp.: Opara, Scardala, Staffa, Coracci. All.: Rambaudi.
ARBITRO: Di Renzo di Bolzano, coad. da Giaretta di Bassano del Grappa e Storgato di Castelfranco Veneto.
RETI: 18' e 57’ Mencagli, 27' e 90’ Sciamanna, 49' Sirbu, 76' Tomassini, 94' rig. Lo Sicco
NOTE: Ammoniti Mencagli, Ingretolli, Grifoni, Sirbu, Carpenti, Massaccesi, Papini. Recupero 0’+4’. Angoli 5-9.

Montespaccato-Sangiovannese 1-1
MONTESPACCATO: Tassi, Silvestro, Di Nezza, Bassini, Petricca, Tataranno, Catese, Putti, Ansini, Gambale, Cali’ (89’ Svidercoschi). A disp.: Langellotti, Finucci, Benedetti, Pesarin, Proietto, Torsellini, Riccucci, De Dominicis. All.: Ferazzoli
SANGIOVANNESE: Cipriani, Barellini (41’ Lorenzoni), Migliorini, Baldesi, Videtta, Rosseti, Bencini (64’ Mencagli), Ceccuzzi, Falomi (61‘ Romanò), Gerardini (76’ Scoscini), Lunghi (76’ Vannini). A disp.: Allegranti, Bianchi, Nannini, Torricelli. All.: Pallari (Iacobelli squalificato).
ARBITRO: Michele Giordano di Palermo, coad. da Diego Spatrisano di Cesena e Davide Gigliotti di Lamezia Terme
RETI: 14’ Ansini, 27’ Rosseti.
NOTE: Ammoniti Videtta, Falomi, Lunghi, Di Nezza, Silvestro. Recupero 3’+4’.

San Donato Tavarnelle-OstiaMare 1-1
SAN DONATO TAVARNELLE: Signorini, Carcani P., Alessio (84° Montini), Regoli P., Brenna (80° Polvani), Frosali, Pino (62° Noccioli), Caciagli (89° Tartaglione), Gomes De Pina, Disanto, Viligiardi (62° Poli). A disp.: Balli, Borghi, Pisaneschi, Valesani. All.: Indiani Paolo
OSTIAMARE: Giannini, Carta, Cabella, D Astolfo, De Sousa, Mastropietro, Lazzeri (28° Pattelli), Zoppellari (52° Licciardello), Pedone (90° Bellini), Moi, Esposito. A disp.: Barbaro, Nanni, Bussone, De Martino, Di Vilio. All.: De Angelis.
ARBITRO: Cristian Romei di Isernia
RETI: 67° Noccioli, 75° Moi
NOTE: Ammoniti Alessio, Brenna, Caciagli, D Astolfo, Pedone, Pattelli.

Trastevere-Pianese 0-3
TRASTEVERE: Casagrande, Cervoni, Rizzi (46′ Squerzanti), Sannipoli (46′ Massimo), Tarantino (73′ Giordani), Sbardella, Bertoldi, Sabelli, Roberti (46′ Fontana), Crescenzo (78′ Tajarol), Lorusso. A disp.: D’Alessandro, Agresti, Conti, Bartolotta. All.: Sergio Pirozzi
PIANESE (4-3-3): Wroblewski, Ambrogio, Coccia (55′ Lattanzi), Gagliardi, Bernardini, Simeoni, Islamaj, Tampwo (77′ Folino), Arras (73′ Mengali), Zini (88′ Chinnici), Remorini (68′ Lepri). A disp.: Mazzi, Misimovic, Muratore, Kondaj. All.: Roberto Bacci.
ARBITRO: Giorgio Bozzetto di Bergamo, coad. da Bartoluccio e Celestino.
RETI: 15′ Zini, 27′ Arras, 87′ Lepri
NOTE: angoli 8-0. Ammoniti Cervoni, Islamaj, Coccia, Bernardini, Tampwo, Lorusso. Wroblewski para un rigore a Bertoldi al 57′. Recupero 0’+4′.

(Si ringrazia per la collaborazione almanaccocalciotoscano.it)

Nella foto, by aquilamontevarchi, l'esultanza dei giocatori toscani

SPONSOR