Questa notizia è stata letta 611 volte

I TECNICI DELLE 4 UMBRE DI D: “BUON GIRONE, CE LA GIOCHIAMO CON TUTTE”

Share/Bookmark

Alessandria, Armillei, Bonura e Tasso si dicono soddisfatti del girone. “Gavorrano e Siena le squadre da battere, buon per noi che Prato, Aglianese e Monterosi siano finite in altri raggruppamenti”

Giovedì 17 settembre 2020
di Nicola Agostini

Un girone alla portata delle 4 formazioni umbre, sicuramente meno impegnativo rispetto ad altri, un girone che ha rispecchiato quanto avevamo anticipato nei giorni scorsi. Il girone E di serie D 2020-2021 sarà dunque a 18 squadre e sarà formato dalle 4 formazioni umbre (Cannara, Foligno, Tiferno, Trestina), 10 toscane (Badesse, Gavorrano, Grassina, Montevarchi, Pianese, San Donato Tavarnelle, Sangiovannese, Scandicci, Siena, Sinalunghese) e 4 laziali (Flaminia, Montespaccato, OstiaMare e Trastevere).
QUI TRESTINA - Un raggruppamento che soddisfa i tecnici delle compagini umbre, a partire dall’allenatore del Trestina Marco Bonura: “Il nostro obiettivo resta prima di tutto la salvezza. Ma vogliamo divertirci e fare qualcosa di più. Le candidate alla vittoria credo siano Gavorrano, Siena e Tiferno. Il fatto che Aglianese e Prato siano state inserite nel girone con le emiliane è un’ottima cosa visti gli organici che hanno allestito”.
QUI TIFERNO - Soddisfatto anche Renzo Tasso: “E’ un raggruppamento impegnativo nel quale proveremo a dire la nostra. Gavorrano e Siena, alla vigilia, sono le squadre da battere. E occhio alle sorprese: il Trestina per esempio, vista la campagna acquisti, è una squadra da playoff. Noi con un altro innesto possiamo essere la classica matricola che non si pone limiti”.
QUI CANNARA - Anche Antonio Alessandria guarda con fiducia al nuovo campionato: “Gavorrano, Siena, San Donato hanno allestito organici importanti. Il fatto che Monterosi e Aglianese non siano nel nostro girone è un’ottima cosa per chi vuole vincere. In generale comunque credo che il livello si sia un po’ alzato rispetto allo scorso anno. E occhio a qualche campo caldo. Noi vogliamo dire la nostra, mettendo una tranquilla salvezza nel mirino”.
QUI FOLIGNO – Antonio Armillei è concentrato a mille: “Prima di tutto guardo al mio Foligno e dico che nell’undici titolare siamo un’ottima squadra. Un mese fa ci davano per spacciati, oggi invece io ho grande fiducia in questo gruppo e il fatto che sia quasi completamente nuovo non deve essere un alibi. Non ci serve tempo per amalgamarci perché stiamo lavorando insieme da 40 giorni. Dobbiamo subito partire forte. Anche perché ci sono squadre attrezzate. Siena, Gavorrano e San Donato Tavarnelle credo abbiano qualcosa in più delle altre, a partire dagli allenatori. Non fanno più parte del nostro girone squadre che hanno fatto campagne acquisti importanti come Monterosi e Aglianese. Noi ce la giocheremo con tutti”.

Nella foto, da sinistra in alto e poi in senso orario, Antonio Armillei, Antonio Alessandria, Marco Bonura e Renzo Tasso

SPONSOR