Questa notizia è stata letta 599 volte

SERIE D: I TABELLINI DI DOMENICA 28 FEBBRAIO 2021

Share/Bookmark

Ubaldi firma il successo del Cannara nel derby con il Foligno. Un'autorete di Gramaccia regala il successo al Gavorrano contro il Trestina. Al Tiferno non bastano Dominici e Valori: il Siena espugna il Bernicchi. Doppio Roberti, Trastevere sempre più capo

SERIE D GIRONE E - I TABELLINI DELLA 20° GIORNATA

Cannara-Foligno 1-0
CANNARA (3-4-1-2): Lori 6,5; Cerboni 6,5, Moracci 7, Orazzo 7; De Sanctis 6,5, Lira Ferreira 6,5, Mattia 7, Frustini 6 (3’ st Lavano 6); Bagnolo 6 (19’ st Ravanelli 6); Mortaro 6 (1’ st Ubaldi 7,5), Bazzoffia 6,5 (43’ st Faraghini sv). A disp.: Cocchini, Jallow, Dedja, Brunetti, Fausti. All.: Alessandria.
FOLIGNO (3-5-2): Meniconi 6; Nuti 6, Dondoni 6,5, Aldrovandi 6; Colarieti 6,5 (34’ st Bardeggia), Fondi 6 (2’ st Settimi 6), Sanseverino 6, Marianeschi 6, Dita 5,5 (46’ st Piancatelli sv); Mancini 6, Zerbo 6. A disp.: Marricchi, Rossi, Giabbecucci, Fiki, Asllani, Betti. All.: Armillei.
ARBITRO: Vingo di Pisa 6 (Linari di Firenze e De Vito di Napoli).
MARCATORE: 12’ st Ubaldi.
NOTE: ammoniti: Aldrovandi, Marianeschi, Sanseverino (FO), De Sanctis (CA). Recupero: pt 0’, st 6’.

di Nicola Agostini
Schierate Leonardo Ubaldi contro il Foligno e il gol sarà cosa fatta. L’attaccante si conferma bestia nera dei falchetti firmando il quarto gol in altrettanti derby, da sommare alla rete messa a segno contro il Foligno quando vestiva la maglia dello Spoleto. L’1-0 dello Spoletini rilancia il Cannara che cancella subito il ko di Trestina agganciando proprio il Trestina al secondo posto a 7 lunghezze dal Trastevere, prossimo avversario e sempre più primo della classe dopo il successo nel derby con il Montespaccato. Per il Foligno seconda sconfitta di fila che lascia Fondi e compagni al sestultimo posto in attesa del recupero di mercoledì contro il San Donato Tavarnelle. Un derby dalle poche emozioni, complice anche la posta in palio alta. Il primo sussulto è di marca folignate con Mancini che al 13’ costringe Lori alla deviazione in angolo. Armillei disegna un inedito 3-5-2 con Meniconi di nuovo titolare fra i pali, Nuti, Dondoni e Aldrovandi in difesa, Colarieti, Fondi, Sanseverino, Marianeschi e il classe 2003 Dita in mediana, Zerbo e Mancini in attacco. Se la difesa a tre è una novità per il Foligno, la si era vista solo all’andata proprio contro il Cannara, i rossoblù di Alessandria scendono in campo con il consueto 3-4-1-2 ma con la novità rappresentata dal ritorno, fondamntale, da titolare di Bagnolo sulla trequarti. In porta c’è sempre Lori, Cerboni, Moracci e l’ottimo Savino nei tre di difesa, De Sanctis, Lira Ferreira, Mattia e Frustini a centrocampo con Bagnolo a supporto di Bazzoffia e Mortaro, preferito dal primo minuto ad Ubaldi. Prima dell’intervallo il Cannara ha la chance per l’1-0 ma il sinistro di De Sanctis si stampa sul palo e la bandierina dell’assistente Linari si alza a segnalare una posizione di fuorigioco. Nell’intervallo Armillei è costretto a fare i conti con l’infortunio di capitan Fondi. Al suo posto dentro Settimi. Alessandria dice ad Ubaldi: “Vai e fammela vincere”. Fuori Mortaro e dopo 12 minuti, sulla punizione di Moracci, Mattia ci prova di testa e Meniconi la mette in angolo. Dalla bandierina va ancora Moracci, palla che attraversa tutto lo specchio, sul secondo palo sbuca Ubaldi che non perdona. Gol numero 13, vetta dei marcatori consolidata e Cannara sull’1-0.
Armillei prova ad aumentare la trazione del suo Foligno con gli ingressi di Bardeggia e Piancatelli ma i falchi non impensieriscono mai Lori se non con qualche traversone dalle fasce che il portiere cannarese fa puntualmente suo. La palla per il raddoppio la spreca invece il Cannara al 71’ ma il neo entrato Ravanelli spreca il tre contro due generato dall’errore di Dita. Sei minuti di recupero e alla fine fa festa il Cannara che già pensa al big match contro il Trastevere, per il Foligno adesso arrivano due gare interne da non sbagliare, prima della sosta, contro San Donato Tavarnelle e Grassina.

Follonica Gavorrano-Trestina 1-0
FOLLONICA GAVORRANO: Ombra, Bruni, Dierna, Grifoni, Mencagli, Tomassini, Papini, Corioni, Lo Sicco (7' pt. Lombardi) , Staiano (44' st. Rosini), Ampollini A disposizione: Trombini, Battistoni, Apolloni, Berardi, Luzzetti, Valerio, Vai All.: Favarin
TRESTINA: Migni, Della Spoletina, Belli, Gori, Cenerini, Fumanti, Falconi (11' st. Pastorelli), Gabellini, Essoussi, Kribeck (21' st. Mariucci, 40' st. Benedetti), Sylla A disposizione: Mazzoni, Gardi, Cesarini, Lignani, Gramaccia, Mariucci, Kajmaku All.: Bonura
ARBITRO: Leone di Barletta
MARCATORE: 39' st. aut. Gramaccia

Il Follonica Gavorrano al “Malservisi-Matteini” batte per 1-0 un ottimo Trestina. Partita piacevole disputata in un pomeriggio primaverile. Tra i padroni di casa la novità è quella di Ombra tra i pali e l’esordio dal primo minuto dell’ultimo arrivato Staiano. Primo tempo: La gara non è proprio felice per il Follonica Gavorrano che al 7’ devono sostituire Lo Sicco, out per infortunio. Al suo posto entra Lombardi. I padroni di casa giocano in ampiezza e al 24’ arriva la prima vera ghiotta occasione con Grifoni che pesca in area Mencagli che a pochi passi dalla porta non trova l’impatto con la palla. Al 34’ bella azione personale del vivace Grifoni, il suo tiro dalla distanza lambisce il palo. Tre minuti più tardi si vedono anche gli ospiti con un bel colpo di testa di Khribeck, con Ombra che è chiamato a fare gli straordinari. La prima frazione di gioco termina con una conclusione di Corioni che non trova lo specchio della porta. Seconda frazione di gioco in cui le squadre continuano ad affrontarsi a viso aperto.
Al 13’ Grifoni ci prova con un tiro a giro, la palla viene smanacciata da Migni sulla traversa, poi termina in angolo. Al 10’ schema su punizione. Lombardi serve un proprio compagno che a tu per tu non riesce a superare Migni che devia in angolo. Al 22’ Dierna trova il gol di testa su azione da calcio di punizione, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. I padroni di casa con il passare dei minuti prendono sempre più in mano le redini del gioco. Al 33’ però sono gli umbri a rendersi pericolosi con Sylla che colpisce da centro area con il pallone che sfiora la traversa. Al 39’ arriva il gol che decide il match. Su azione da calcio d’angolo stacca Dierna, poi si accende una mischia con il pallone che termina dentro la porta spinto sfortunatamente da Gramaccia. I maremmani hanno l’occasione per il raddoppio in contropiede, con Tomassini che serve Vai che controlla male e l’azione sfuma.

Tiferno-Siena 2-3
TIFERNO: Vaccarecci, Sensi (38’ st Mercuri), Dominici (25’ st Torcolacci), Mariucci, Gorini, Tersini (26’ st Catacchini), Bartoccini, Massai, Traini (Di Cato intervallo), Alagia, Orlandi (18’ st Valori). A disp.: Aluigi, Mancini, Torcolacci, Catacchini, Petricci, Belloni, Mercuri, Di Cato, Valori . All. Nofri.
SIENA: Narduzzo, Agnello (33’ st Schiavon), Carminati (14’ st Ruggeri), Farcas, Gibilterra (18’ st Padulano), D’Iglio (24’ st Bani), Orlando (18’ st Forte), Haruna, Martina, Sare, Mignani. A disp.: Gragnoli, Guidone, Bani, Ruggeri, Schiavon, Ilari, Forte, Padulano, Pavlak. All.: Gilardino.
ARBITRO:  Iannallo di Messina (Gaddoni di Faenza e Nidaa di Ravenna).
MARCATORI: 27’ pt e 46’ pt Agnello (S), 7’ st Dominici (T), 39’ st Mignani (S). 44’ st Valori rig. (T).
NOTE: ammoniti: Farcas (S). Recupero: pt 0’, st 5’.

Cambio formazione per il Siena, per un infortunio alla schiena durante il riscaldamento, Guidone partirà dalla panchina sostituito da Orlando. Al 17’ incursione di Mignani che parte lungo la fascia, Gorini lo segue, ma si avvicina sempre più fin quando interviene Tersini che spazza via concedendo rimessa laterale. Al 24’ punizione del Siena, recupera Bartoccini che parte in velocità, verticalizza e cerca la conclusione, respinta dalla difesa avversaria. Poi ecco il vantaggio ospite al 27’: Agnello verticalizza e si invola solo verso la porta tifernate e sigla la rete del vantaggio. Poco dopo cerca la rete del pareggio Alagia, trovatosi in prossimità della porta, angola il tiro che finisce però di poco fuori il primo palo. Al 35’ tentativo di Orlandi, servito da un compagno cerca di smarcarsi e prova a creare l’occasione del pareggio; la palla finisce alta sopra la traversa di Narduzzo.
Al 38’ su punizione per fallo su Traini, Tersini serve i compagni ma nulla di fatto, la difesa bianconera arresta l’avanzata. Quindi “carambola” di Alagia dal limite dell’area, lasciato solo dalla difesa bianconera, cerca la conclusione, la palla esce poco fuori il secondo palo. Nel recupero della prima frazione raddoppio del Siena ancora con Agnello già autore della prima rete, che sorprende la difesa tifernate e consolida il vantaggio. Nella ripresa riparte bene il Tiferno, tanto che dopo pochi minuti dalla ripresa Dominici sigla l’1-2 per i padroni di casa. La partita è riaperta, i biancorossi ritrovano la giusta spinta per potersela giocare fino alla fine: il ritmo è sempre alto, i biancorossi cercano senza sosta di crearsi l’occasione giusta almeno per il pari; dal canto suo il Siena difende il risultato. Ma all’84’ arriva il gol del numero 45 Mignani che firma l’1-3 per i bianconeri. A poco serve poco dopo il gol di Valori dal dischetto che chiude la gara sul 2-3.

Flaminia-Ostiamare 1-2
FLAMINIA: Grussu, Staffa, Fe, Guadalupi, Massaccesi, Fapperdue, Traditi, Lazzarini, Cruz Da Silveira, Ferrara, Sirbu. A disp.: Nocco, Modesti, Battistelli, Covarelli, Pagliaroli, Fondi, Mignone, Coracci, Barduani. All.: Tocci
OSTIAMARE: Giannini, Carta, Cabella, Ferrari F., Nanni, D Astolfo, De Sousa, Mastropietro, Ippoliti, Pedone, Salines. A disp.: Giori, Zoppellari, Pattelli, Ferrari E., Licciardello, Moi, Verdirosi, matteoli, Mastromattei. All.: De Angelis Stefano
ARBITRO: Enrico Cappai di Cagliari
RETI: 18° Cruz , 41° Nanni, 81° rig. Mastropietro

Grassina-Pianese 1-2
GRASSINA (4-3-3): Cecchi, Del Lungo, Benvenuti, Villagatti, Gianneschi, Torrini, Nuti (77’ Guidotti), Zagaglioni (58’ Favilli), Diarrassouba, Baccini (72’ Marzierli), Calosi. A disp.: Mataloni, Rocchini, Marafioti, Rosi, Cavaciocchi, Marino. All.: Matteo Innocenti.
PIANESE (4-3-3): Wroblewski, Ambrogio (22’ Lattanzi), Folino, Bernardini, Chinnici, Marino (75’ Lepri), Simeoni, Candiano (60’ Islamaj), Mengali, Remorini (46’ Zini), Arras (85’ Kondaj). A disp.: Mazzi, Misimovic, Muratore, Tampwo. All.: Guido Pagliuca.
ARBITRO: Tona Mbei di Cuneo, coad. da De Simone di Roma1 e Frunza di Novi Ligure.
RETI: 12’ Calosi, 81’ Zini, 83’ Lepri.
NOTE: Ammoniti Gianneschi, Nuti, Villagatti, Torrini, Diarrassouba, Favilli. Angoli 2-7. Recuperi 1’+6’.

Montespaccato-Trastevere 1-2
MONTESPACCATO: Tassi, Benedetti (26' st Di Nezza), Bassini, Nanci (1' st De Dominicis), Silvestro, Tataranno, Petricca, Riccucci (16' st Ansini), Putti (16' st Torsellini), Calì, Gambale (26' st Mastrosanti). A disp.: Langellotti, Finucci, Pesarin, Catese. All.: Ferazzoli
TRASTEVERE: Casagrande, Rizzi, Tancredi (28' st Cervoni), Sannipoli, Tarantino, Giordani, Crescenzo, Sabelli (43' st Conti), Roberti (26' st Fontana), Milani (34' st Massimo), Lorusso (42' st Tajarol). A disp.: Cafaldo, Agresti, Madeddu, Bartolotta. All.: Pirozzi 
ARBITRO: Arcidiacono di Acireale (Campanella e Bennici di Agrigento)
MARCATORI: 8' pt e 28' pt Roberti, 45' st De Dominicis.
NOTE: espulso il tecnico Ferazzoli (M). Ammoniti: Nanci, Di Nezza, Mastrosanti (M), Giordani, Massimo (T).

Sangiovannese-Sinalunghese 2-0
SANGIOVANNESE: Cipriani, Campaner, Migliorini, Baldesi (88’ Vannini), Videtta, Rosseti, Mencagli, Ceccuzzi (92’ Lorenzoni), Falomi (81’ Romanò), Gerardini, Lunghi. A disp.: Allegranti, Bencini, Bianchi, Fabbrini, Cirri, Tafani. All.: Pallari (Iacobelli squalificato).
SINALUNGHESE: Marini, Meoni (67’ Corsetti), Tenti, Fanetti, Pietrobattista, Cecci, Redi (75’ Papa), Cerofolini (62’ Trombesi), Sciacca (75’ Bucaletti), Pierangioli, Mangiaratti (62’ Bjorn Doka). A disp.: Garbinesi, Minocci, Ferretti, Brent Doka. All.: Marmorini.
ARBITRO: Vittorio Emanuele Teghille di Collegno, coad. da Vito Licari di Marsala e Giulio Pancani di Roma.
RETI: 31’ Falomi, 93’ Mencagli.

Scandicci-San Donato Tavarnelle 0-0
SCANDICCI (5-3-2): Iacoponi, Zaccagnini, Francalanci,  Meucci, Viola, Diana, Kernezo (76’ Mugelli), Borgarello, Tacconi, Mazzolli, Imbrenda (79’ Ferretti). A disp.: Bruni, Bertoletti, Frascadore, Di Benedetto, Sinisgallo, Marini, Barletti. All.: Davitti.
SAN DONATO TAVARNELLE (5-3-2): Signorini, Alessio, Suffer (65’ Ciurli), Polvani, Pisaneschi, Frosali (45’ Valesani), Calonaci (65’ Noccioli), Caciagli, Pino (65’ Gomes De Pina), Di Santo (80’ Regoli), Tartaglione. A disp.: Balli, Borghi, Carcani, Viligiardi. All.: Indiani.
ARBITRO: Carsenzuola di Legnano, coad. da Lusetti di Reggio Emilia e Spatrisano di Cesena.
NOTE: Recupero 1’+5’. Ammoniti Zaccagnini, Pisaneschi, Imbrenda, Diana, Di Santo, Zaccagnini, Borgarello, Meucci. Angoli 5-3.

Nella foto, by Cianetti, Leonardo Ubaldi festeggiato da Daniele Bazzoffia dopo il gol vittoria nel deby con il Foligno

SPONSOR