Questa notizia è stata letta 547 volte

SERIE D GIRONE E: I TABELLINI DI DOMENICA 7 MARZO 2021

Share/Bookmark

Colarieti regala il successo al Foligno contro il Grassina. Valori e Gorini su rigore firmano il blitz del Tiferno a Sinalunga. Non bastano Ubaldi e Corrado al Cannara: la capolista Trastevere si impone con Milani (doppietta), Roberti e Lorusso

SERIE D GIRONE E - I TABELLINI DELLA 21° GIORNATA

FOLIGNO – GRASSINA 1-0
FOLIGNO (4-3-1-2): Meniconi; Colarieti (49' st Betti), G. Nuti, Aldrovandi, Dita; Fondi, Sanseverino, Giabbecucci (19' st Settimi); Marianeschi; Zerbo (45' st Asllani), Mancini. A disp.: Marricchi, Rossi, Fiki, Dell'Orso, Piancatelli, Bardeggia. All.: Armillei.
GRASSINA (4-3-3): Cecchi; Matteo, Villagatti (1' st Favilli), Benvenuti, Gianneschi; Cavaciocchi (1' st Del Lungo), T. Nuti (47' st Rosi), Zagaglioni; Diarrassouba (12' st Baccini), Marzierli, Calosi (46' st Marino). A disp.: Mataloni, Marfioti, Alfarano, Candia. All.: Innocenti.
ARBITRO: Grieco di Ascoli Piceno (assistenti: Galieni di Ascoli Piceno - Maroni di Fermo).
MARCATORE: 42' pt Colarieti.
NOTE: gara giocata a porte chiuse. Ammoniti: Matteo (G), Marianeschi (F), Giabbecucci (F), T. Nuti (G), Zerbo (F), Sanseverino (F), Zagaglioni (G), Calosi (G). Angoli: 6-2. Recupero: 1' pt e 3'+ 1' st.

Una vittoria per il tecnico Antonio Armillei. I Falchi battono 1-0 il Grassina in una sfida fondamentale e scatta automatica la dedica al proprio allenatore, colpito venerdì dal grave lutto della scomparsa della madre. I bianco-azzurri riescono ad avere la meglio con una bella prova, di sostanza e personalità, conquistando la seconda vittoria di fila e facendo un bel balzo in avanti in classifica. A decidere è la rete di Lorenzo Colarieti alla fine del primo tempo.
LA SFIDA – Non è per niente una gara semplice, a dispetto di quello che la classifica potrebbe dire. Il Grassina ha ottenuto infatti le sue due vittorie in campionato entrambe fuori casa e quindi la guardia deve essere mantenuta alta. La fase di studio è molto lunga: inizialmente il 4-3-3 degli ospiti sembra più pimpante, ma con il passare dei minuti il Foligno viene fuori a livello di manovra e personalità: trovare spazi, però, non è facile, dato che i rosso-verdi sono compatti e ben disposti; padroni di casa invece che peccano un po' nell'ultimo passaggio e vanno ad imbottigliarsi troppo spesso per vie centrali, nonostante un Marianeschi trequartista che gioca a tutto campo e che si sbatte per trovare le giocate. La gara si dà una "svegliata" dalla mezz'ora: il primo tiro del Foligno, con Zerbo, è del 31' e abbastanza velleitario. Ben più insidiosa l'azione al 36', quando un traversone di Marianeschi pesca sul secondo palo Giabbecucci, che di prima intenzione la mette in mezzo, ma Zerbo sottoporta non è incisivo. Grassina che dopo un inizio incoraggiante nei primi minuti ora sta più sulle sue e si vede in pratica per la prima volta al 37', con Zagaglioni che lancia Marzierli, che però si allarga e non centra lo specchio. Arriviamo al minuto 42 e il Foligno riesce a colpire: Marianeschi ci va di "tigna" su Benvenuti e gli sradica il pallone regolarmente; sfera che arriva in area dove Zerbo in acrobazia scodella sul secondo palo, dove né Mancini né Fondi trovano la deviazione; c'è però Colarieti che arriva di gran carriera e fa partire il diagonale che si infila alle spalle di Cecchi. Dopo la rete tutti i giocatori ad abbracciare il tecnico Antonio Armillei dopo il lutto che lo ha colpito venerdì. 
Ripresa che vede il Foligno più deciso, ma poco cattivo al momento di andare a cercare il raddoppio: il Grassina appare in difficoltà e all'8' ci mette una pezza Cecchi, che va ad intervenire su un colpo di testa di Mancini a centro area su assist di Aldrovandi al 9'. Il piglio bianco-azzurro è buono, ma gli ospiti stentano a mollare e mano a mano che scorre il cronometro, cambiando atteggiamento tattico – passando dal 4-3-3 al 4-3-1-2 - riescono a guadagnare un po' di campo: al 22' è fondamentale l'intervento difensivo di Aldrovandi sull'azione in contropiede di Baccini; al 28' invece Meniconi c'è sul tiro da fuori di Favilli. Grassina che insiste, ci crede, ma il Foligno, sia chiaro, non rischia più di tanto.
Per di più, al 32' la squadra di Armillei avrebbe anche la palla del raddoppio, con Mancini che viene innescato sul filo del fuorigioco, ma invece di servire Zerbo o cercare il diagonale, spara di forza sul primo palo, cogliendo solo l'esterno della rete. Il finale è teso, anche leggermente sofferto se vogliamo. Perché il Grassina butta avanti tanti palloni e gioca con il sangue agli occhi, andando a pressare anche in tre per riprendersi il pallone: al 34' Meniconi deve smanacciare in angolo un'insidiosa girata di testa di Favilli su palla messa dentro da Gianneschi. Per il resto, Foligno in buona gestione della situazione. Nel finale, in pieno recupero, da segnalare un episodio poco simpatico: Sanseverino mette in fallo laterale il pallone per consentire il cambio di Colarieti, alle prese con qualche piccolo problema fisico; il tecnico ospite Innocenti, però, ordina ai suoi di non restituire il pallone per provare l'assalto finale. Assalto però che non avrà luogo e per il Foligno ecco tre punti d'oro per andare alla pausa con maggiore tranquillità.

Sinalunghese-Tiferno 0-2
SINALUNGHESE: Marini, Corsetti, Cecci (61′ Doka Br.), Fanetti, Pietrobattista, Menchetti, Doka Bj., Papa (61′ Minocci), Sciacca (82′ Bucaletti), Redi, Ferretti (52′ Mangiaratti). A disp.: Garbinesi, Meoni, Cerofolini, Trombesi, Romanini. All.: Simone Marmorini.
TIFERNO: Aluigi, Catacchini, Mariucci, Sensi, Gorini, Tersini, Valori (75′ Traini), Massai, Di Cato (79′ Mercuri), Alagia, Orlandi (62′ Bartoccini). A disp.: Vaccarecci, Mancini, Tortolacci, Dominici, Petricci, Belloni, Mercuri. All.: Federico Nofri
ARBITRO: Vacca di Saronno.
RETI: 25' Valori, 57' rig. Gorini.

Ancora una sconfitta per la formazione rossoblù che dopo la vittoria con il Siena ha inanellato cinque sconfitte consecutive.  I giocatori di mister Marmorini hanno giocato per larghi tratti alla pari con il quotato Tiferno  ma non si sono resi mai pericolosi al tiro e le leggerezze difensive hanno fatto la differenza. Al 25’ un campanello d’allarme in area rossoblù, Menchetti non si accorge dell'avversario in arrivo e si fa rubare palla da Valori che supera in pallonetto Marini andato incontro al suo compagno per raccogliere il presumibile retropassaggio. Al 56’ è Pietrobattista, fino allora il migliore dei suoi, che commette un fallo di mano in area e causa un rigore che Gorini trasforma senza problemi. Chiudendo la gara il Tiferno controlla e la gara termina senza problemi per gli ospiti che si confermano squadra di alto livello. Partita conclusa sul 2-0 per gli ospiti.

Trastevere-Cannara 4-2
TRASTEVERE (4-2-3-1): Casagrande 6.5; Rizzi 6.5, Sbardella 6.5, Tarantino 6.5, Tancredi 6 (33' st Cervoni 6); Sabelli 7, Sannipoli 6.5; Crescenzo 6.5 (44' st Conti), Lorusso 7 (47' st Bartolotta), Milani 7.5 (28' st Squerzanti); Roberti 7 (25' st Tajarol). A disp.: Cataldo, Giordani, Massimo, Fontana. All.: Pirozzi
CANNARA (4-4-2): Lori 6; De Sanctis 5,5 (35'st Bazzoffia), Lira Ferreira 6, Moracci 6, Orazzo 6; Jallow 6 (11' st Corrado), Mattia 6, Ravanelli 5 (17' st Cerboni), Bagnolo 6.5; Ubaldi 6.5 (39' st Lavano), Mortaro 6. A disp.: Cocchini, Chiacchierini, Brunetti, Mattioli, Faraghini. All.: Alessandria
ARBITRO: Mastrodomenico di Matera 6,5 (Pilleri di Cagliari e Bianchi di Pistoia).
MARCATORI: 7' pt Ubaldi (CA), 22' pt Roberti (TR), 30' pt, 6' st Milani (TR), 15' st Lorusso (TR), 18' st Corrado (CA).
NOTE: Ammoniti Tarantino, Crescenzo (TR), Ubaldi (CA). Recupero: 1' pt, 4' st.

Il Cannara cade sul campo della capolista e incassa il poker dal Trastevere, forte di un Simone Milani in stato di grazia. Visto l'acciacco di Bazzoffia nel pre-partita ed i forfeit - già annunciati - di Bei e Frustini, Alessandria punta su un inedito 4-4-2 col tandem Mortaro-Ubaldi in avanti. Nell'altra metà campo, anche Pirozzi ha qualche infortunio da considerare, con Bertoldi ultimo solo in ordine cronologico alla lunga serie di indisponibili; per i romani è dunque 4-2-3-1, con il tridente Crescenzo-Milani-Lorusso a supporto dell'unica punta Fabrizio Roberti.
La prima palla gol ce l'ha il Trastevere, con lo stesso Crescenzo che si fa parare un tiro sul primo palo da Lori; 5' dopo il Cannara risponde su corner di Moracci, ma Jallow manca di qualche centimetro il tap-in.
Passano 2' e gli ospiti trovano la rete: Bagnolo dalla sinistra si accentra e calcia a giro, la conclusione si stampa sul palo ma per Ubaldi è facile incornare a porta vuota e portare in vantaggio i rossoblù. La squadra di Pirozzi sembra soffrire ma al 22' aggancia il pari, con Roberti che calcia di contro balzo dalla distanza e trova l'angolino alla sinistra di un Lori non impeccabile.
I padroni di casa alzano la testa e sembrano prendere in mano la partita ed alla mezz'ora ribaltano il risultato: Lorusso stoppa al volo il cross di Milani e con un palleggio si libera della marcatura, incrociando sul palo lontano per fare 2-1. Riaperte le ostilità, il Trastevere trova subito il terzo gol con lo stesso Milani, il migliore tra i suoi, che trova l'angolino da posizione defilata. L'esito del match sembra ormai scritto quando De Sanctis perde un brutto pallone e manda in gol Lorusso al 15', ma Corrado, appena entrato in campo, accorcia le distanze e fa 4-2.
Alessandria prova a tornare in partita rischiando l'ingresso di Bazzoffia, ma la rovesciata di Crescenzo, che al 38' grazia Lori da due passi, è l'ultimo atto di una gara all'insegna del fair play, vinta dal Trastevere senza particolari demeriti da parte del Cannara.

Aquila Montevarchi-Montespaccato 1-0
AQUILA MONTEVARCHI: Giusti A., Martinelli, Zanoli, Giustarini (88° Landini), Amatucci, Frugoli (63° Cavallini), Biagi (83° Gistri), Cela, Tozzuolo, Iroanya (70° Achy), Jallow. A disp.: Marziano, Bruschi, Calosci T., Borghesi, Stauciuc. All.: Malotti Roberto
MONTESPACCATO: Tassi, Gambale (70° Svidercoschi), Riccucci (69° Catese), Tataranno, Bassini, Putti (83° Pesarin), Benedetti (69° Ansini), Nanci, Silvestro, Petricca, Cali. A disp.: Langellotti, Sismondi, Finucci, Torsellini. All.: Ferazzoli Fabrizio
ARBITRO: Andrea Valentini di La Spezia
RETI: 25° Giustarini
NOTE: Ammoniti Frugoli, Benedetti, Silvestro.

Ostiamare-Scandicci 1-1
OSTIAMARE: Giannini, Carta, Cabella, Nanni, D Astolfo, De Sousa, Mastropietro, Lazzeri, Ippoliti, Pedone (62° Ferrari E.), Salines. A disp.: Giori, Zoppellari, Pattelli, Licciardello, Bellini, Moi, Esposito, matteoli. All.: De Angelis Stefano
SCANDICCI: Iacoponi, Zaccagnini, Francalanci, Marini (83° Di Benedetto), Viola, Diana, Meucci, Tacconi, Ferretti (88° Imbrenda), Mazzolli, Mugelli (75° Kernezo). A disp.: Bruni, Ficini, Frascadore, Bertoletti, Liberati, Renieri. All.: Davitti Claudio
ARBITRO: Stefania Menicucci di Lanciano
RETI: 15° Nanni, 22° Zaccagnini

Pianese-Sangiovannese 1-1
PIANESE: Wroblewski, Lattanzi, Chinnici, Misimovic, Bernardini, Simeoni, Marino, Kondaj (68° Lepri), Arras (88° Coccia), Zini (68° Islamaj), Mengali (80° Remorini). A disp.: Mazzi, Ambrogio, Folino, Tampwo, La Spada. All.: Pagliuca Guido
SANGIOVANNESE: Cipriani, Campaner (70° Lorenzoni), Migliorini, Baldesi (70° Fantoni), Barellini, Rosseti, Mencagli, Ceccuzzi, Falomi (90° Cirri), Gerardini, Lunghi. A disp.: Allegranti, Vannini, Bianchi M., Bencini, Romano, Tafani. All.: Iacobelli Agostino
ARBITRO: Andrea Mazzer di Conegliano
RETI: 4° Marino, 34° rig. Falomi
NOTE: Espulso Islamaj. Ammoniti Misimovic, Kondaj, Arras, Campaner, Baldesi, Rosseti, Ceccuzzi.

San Donato Tavarnelle-Follonica Gavorrano 1-1
SAN DONATO TAVARNELLE (3-4-3): Signorini 7; Regoli P. 6.5, Brenna 6.5, Pisaneschi 6; Ciurli 5.5 (46° Calonaci 6), Caciagli 6.5 (77° Frosali ng), Tartaglione 6 (46° Carcani P. 6), Alessio 6; Noccioli 5.5 (75° Regoli V. ng), Pino 5.5 (69° Gomes De Pina ng), Disanto 7. A disp.: Balli, Borghi, Suffer, Viligiardi. All.: Indiani Paolo
FOLLONICA GAVORRANO (3-5-2): Trombini 6; Zini 6, Dierna 6.5, Bruni 6.5; Valerio 6 (85° Luzzetti ng), Apolloni 6.5, Lombardi 6.5 (72° Berardi ng), Corioni 6.5, Grifoni 6.5; Mencagli 5.5 (77° Vai ng), Tomassini 5.5. A disp.: Ombra, Papini, Sitzia, Rosini, Staiano, Ampollini. All.: Favarin Giancarlo
ARBITRO: Andrea Zanotti di Rimini 6.5, coad. da Passaro di Salerno e Ambrosino di Torre del Greco.
RETI: 47° Bruni, 57° Disanto
NOTE: Ammoniti Zini, Corioni. Angoli 5-2. Recupero 0’+3’.

Siena-Flaminia 3-3
SIENA: Narduzzo, Agnello (73° Bani), Gibilterra (46° Guberti), D Iglio (46° Padulano), Guidone, Orlando (67° Haruna), Ruggeri, Ilari (67° Mignani), Martina, Sare, Guarino. A disp.: Gragnoli, Schiavon, De Falco, Pavlak. All.: Gilardino Alberto
FLAMINIA: Grussu, Gasperini, Fe, Guadalupi, Lazzarini, Modesti, Sirbu, Traditi, Cruz Da Silveira (70° Fondi), Covarelli (59° Staffa), Ferrara (59° Battistelli). A disp.: Nocco, Massaccesi, Barduani, Canestrelli, Pagliaroli, Mignone. All.: Tocci Fabio
ARBITRO: Piero Marangone di Udine
RETI: 31° Sirbu, 34° Ferrara, 53° Cruz Da Silveira, 74° Autorete, 78° Haruna, 83° Guidone
NOTE: Espulso Sirbu per doppia ammonizione. Ammoniti Sare, Gasperini. Recupero 2’+5’.

(Si ringrazia almanaccocalciotoscano.it per la collaborazione)

Nella foto, by Tiferno1919, l'esultanza dei giocatori del Tiferno a Sinalunga

SPONSOR