Questa notizia è stata letta 4496 volte

AMADORI: “IL TIFERNO GUARDA AL FUTURO NEL SEGNO DEI GIOVANI”

Share/Bookmark

Mirko Amadori si gode la prima vittoria da presidente del Tiferno: “Pensiamo allo Scandicci. Niente voli pindarici, il settore giovanile sarà il fulcro del nuovo progetto. Stipendi regolari? Credo sia la normalità...”

Sabato 22 gennaio 2022
di Nicola Agostini

Neanche il tempo di godersi il successo nel derby con il Cannara che si torna già in campo. Per Mirko Amadori, però, è la prima vittoria da presidente del Tiferno, dopo essere subentrato a Roberto Bianchi. “Complimenti al mister e ai ragazzi. Era una partita importante, è inutile nasconderlo, e hanno portato a casa una vittoria d’oro che ci porta a +4 sulla zona playout. Adesso però subito testa allo Scandicci”.
Una prima vittoria festeggiata come? “Non c’è da festeggiare ma da continuare nel lavoro che stiamo facendo insieme alla proprietà. Il fulcro del nuovo corso – sottolinea Amadori - sarà il settore giovanile. Niente proclami o voli pindarici ma la voglia di investire sul nostro vivaio in maniera importante. Naturalmente la nostra prima squadra resta lo sbocco naturale come dimostra anche il fatto che abbiamo aggregato due ragazzi del 2005 in pianta stabile in prima squadra. Ma non vogliamo fare chissà quali proclami. Dobbiamo essere sempre seri e spendibili”.
A proposito, stipendi regolari… “E dove è la novità? Per questi ragazzi il calcio è un lavoro, quindi credo che il primo compito della società sia pagare regolarmente i rimborsi”.
Il nuovo presidente, in società da un anno e mezzo, traccia insomma la via, ma con un occhio sempre al calcio giocato. Domani trasferta al Turri di Scandicci. "Non c’è bisogno di mettere chissà quali pressioni, anzi, massima serenità da parte di tutta la dirigenza che viaggia sulla stessa lunghezza d'onda. La squadra è stata cambiata parecchio nel mercato invernale. Diamo al mister e al gruppo – chiosa il presidente - il tempo di amalgamarsi come si deve. Magari continuando a vincere come nel derby...”.
E sempre forza Lazio, no? “Credo che abbiate sbagliato numero...”.

SPONSOR