Questa notizia è stata letta 709 volte

ORVIETANA–SAN LORENZO NUOVO 4-2

Share/Bookmark

La formazione di Fatone cala il poker contro la compagine laziale di Promozione. I biancorossi vanno sotto poi rimontano con una doppietta di Polidori, un'autorete di Terzigno e il gol del giovane Terracina

Giovedì 17 agosto 2017
di Marco Gobbino

ORVIETANA–SAN LORENZO NUOVO 4-2
ORVIETANA (4-3-3): Frola, Marchini, Nuccioni, Avola, Frellicca; Viviani, Bernardini, Cotigni; Locchi, Polidori, Saleppico. Entrati nel secondo tempo: Sganappa, Dottarelli, Bonaccorsi, Dida, Perquoti, Terracina, Ammendola, Frosinini, Biancarini. All.: Fatone.
SAN LORENZO NUOVO: Barbabella, Dinarelli, Taka, Terzigno, Bernardini, Loretti, Gianmaria, Materazzo, Malinconico, Crosta, Montepaone. Entrati nel secondo tempo: Equitani, Zappitelli, Adrianbello, Muzi, Iliano, Parri, Calistri, Ferri, Di Maio. All.: Goretti.
ARBITRO: Pelliccia di Castel Giorgio.
MARCATORI: 7'pt e 26'pt Materazzo (SL), 22'pt e 3'st Polidori, 24'pt aut. Terzigno, 43'st Terracina.

Continua a svelarsi la nuova Orvietana, costretta a cambiare protagonisti tra un'amichevole e l'altra vuoi per le assenze o per i movimenti di mercato. Stavolta manca l'attaccante francese Mouah, tornato in patria per formalizzare alcune pratiche burocratiche utili per il tesseramento. Fatone dunque non ha punte centrali, visto che tutti i giocatori arrivati in prova a Orvieto in questa fase sono stati scartati, soprattutto per via dell'età anagrafica: si cerca infatti un fuoriquota.
Ecco allora che, dato per scontato lo schieramento, ovvero il 4-3-3, tornano i giovani in difesa (Marchini) e mediana (Cotigni), viene spostato Locchi come esterno alto e riportato Viviani a centrocampo. Gli unici inamovibili sono i centrali di difesa, Avola – Nuccioni, l'esterno basso Frellicca, forse il giocatore più in forma di questo precampionato, il perno di centrocampo Bernardini, fin qui sembrato l'acquisto più azzeccato del mercato e ovviamente il nuovo portiere Frola. Ma il confronto con il San Lorenzo Nuovo, squadra di Promozione laziale, mette subito in risalto la differenza nella preparazione: molti carichi di lavoro per l'Orvietana, appena la prima amichevole e meno allenamento sulle gambe per i laziali.
Orvietana un po' imballata in avvio e ospiti che corrono di più. La squadra di Fatone gioca quasi tutta la gara nel centrocampo avversario, ma soffre le ripartenze, cosa già accaduta in qualche precedente uscita. Da un angolo in proprio favore nasce infatti il contropiede che porta Materazzo a sbloccare la partita con un bel tiro a girare, una volta che era stato servito solo davanti al portiere. L'Orvietana si getta in avanti, spreca con Saleppico e Loccchi, ma trova il pari con una grande conclusione di potenza di Polidori. Il punteggio si ribalta pochi minuti dopo, il fraseggio del trio orvietano è da applausi: Saleppico supera un avversario, serve Polidori, che fa il velo per Viviani. Tiro a botta sicura che para l'ex di turno Barbabella, ma la ribattuta finisce sul corpo di Terzigno che insacca nella propria rete.
Il caldo e le diverse preparazioni fisiche regalano imprevedibilità alla gara. Non passano che due minuti e stavolta a dare spettacolo sono gli attaccanti ospiti che riescono a mettere nelle condizioni Materazzo di realizzare la doppietta: stavolta gran tiro da fuori che sorprende Frola. Si chiude il primo tempo sul 2-2. Nella ripresa, prima che inizino i cambi, arriva la doppietta anche per Polidori, che poi sprecherà almeno un altro paio di occasioni e chiederà anche un calcio di rigore. Col passare del tempo poi, il maggior allenamento dell'Orvietana rende praticamente inoffensivi gli ospiti.
La girandola di cambi regala la gioia al giovane Enea Terracina, prodotto del settore giovanile, il gran gol dalla distanza a pochi minuti dalla fine.
Ora per la squadra di Fatone resta un'ultima amichevole prima del via ufficiale della stagione: domenica alle 17, sempre al Muzi, arriverà la Pontevecchio.

SPONSOR